Iran 1953
18,00 €


Quantità   

Iran 1953

Nazionalismo, petrolio e Guerra Fredda

di Benjamin Petrini

ISBN 978-88-89640-11-1
Collana: Institute for Global Studies
2009, pp. 320

L’Iran del secondo dopoguerra è un paese instabile e lacerato da profonde divisioni politiche, religiose e sociali. Il Primo Ministro Mossadeq, con una politica nazionalista ambiziosa e audace, libera il paese dai vincoli di sudditanza con la Gran Bretagna, ma le logiche della Guerra Fredda non permettono al carismatico leader di conseguire il suo obiettivo. Il 15 agosto del 1953, un colpo di stato pianificato e diretto dalla CIA, chiude la sua esperienza politica alla guida del governo in Iran.



Altri dettagli

Rilegatura: Non definito
Lingua: italiano

Altri titoli della stessa collana


La politica estera di Jimmy Carter

Daniel Mori

ISBN 978-88-89640-12-8
20,00 €


Gli Stati Uniti e Chindia

AA. VV.

ISBN 978-88-89640-00-5
16,00 €


La faticosa apertura del mercato elettrico

Edgardo Curcio, Stefano Delli Colli

ISBN 978-88-88804-33
20,00 €


I contratti del mercato elettrico

Matteo Falcione

ISBN 978-88-88804-19
15,00 €

Istituto


I giornali



I corsi IGS